Testo di: Gea Nogara
LIBRI SCELTI

Due libri
per riflettere

Sonam Sherpa
Storia di un uomo che accompagna in vetta
i più grandi alpinisti della terra

di Jean-Michel Asselin
Corbaccio
2012 - Pagine 160 - euro 18,60


Cobat si appresta alla sua grande missione in Nepal, al laboratorio Piramide dell’EvK2cnr nei pressi del campo base dell’Everest. Proponiamo la lettura di questo libro, la storia autentica di Sonam Sherpa,  per offrire uno spaccato della vita nepalese ed in particolar modo di quella degli Sherpa.
Sonam non è andato a scuola ma parla molte lingue e sa contare molto bene. E’ nato in un villaggio senza acqua corrente ed elettricità nella Valle del Solu Khumbu, quella che si percorre per andare al campo base dell’Everest.
Oggi lavora ventiquattr'ore su ventiquattro e passa la vita al telefono quando non si sposta da un aereo all’altro.
Sonam Sherpa non porta più la cesta sulla testa come i suoi genitori: dopo aver fatto il portatore, il cuoco, la guida, oggi è proprietario della più grande agenzia di trekking del Nepal e dà lavoro a milleottocento persone. Con suo fratello Ang Tshiring possiede inoltre una compagnia aerea che con i suoi diciassette aerei  copre oltre il 50% dei voli interni nepalesi.
Un uomo che si è fatto da sé, un uomo di successo e forti tradizioni, conosciuto e stimato da una schiera infinita di “malati dell’Himalaya” per l’affidabilità e qualità dei suoi servizi ma anche  per la sua capacità di credere negli uomini al di là del business.



2052 - Scenari globali per i prossimi quarant’anni
di Randers Jorgen
in collaborazione con WWF
Edizioni Ambiente
2013 - Pagine 336 - euro 25,00


A quarant’anni di distanza Randers Jorgen, uno dei coautori del tanto discusso e criticato “I limiti dello sviluppo” pubblicato nel 1972 su incarico del Club di Roma, fa il punto su quanto è successo e prova a delineare il futuro globale da qui al 2052. Dopo quarant’anni  oramai si ammette che le conclusioni dello studio del ’72 erano in gran parte corrette. Servendosi una quantità impressionante di dati elaborati da supercomputer potenti e da una quarantina di esperti nei vari settori, per i prossimi quarant’anni  Randers  mette ora a disposizione dei lettori una guida per interpretare e gestire le nuove prefigurate turbolenze. Cinque le macro questioni sul campo: il capitalismo, la crescita economica, la democrazia, l’equità intergenerazionale e l’impatto delle società sul clima globale. Da come si affronteranno questi cinque problemi di importanza basilare perché coinvolgono i sistemi di base e i concetti che influenzano la vita quotidiana di ognuno, si delineeranno  e si modellerà il nostro futuro.












Ecomondo.
Cobat verso nuove mete
All’evento internazionale di Rimini il Consorzio ha illustrato la propria scelta di farsi in tre per vincere le nuove sfide dell’economia circolare: Cobat Raee, Cobat Ripa e Cobat Tyre.
Avere o Essere
Oggi sappiamo che se vogliamo garantire un futuro all’uomo su questo pianeta dobbiamo ripensare completamente al nostro modello di sviluppo.
Creare lavoro?
Ci pensa la green economy
Ben 2,2 milioni di nuovi posti nel giro di cinque anni, che arriverebbero a 3,3 calcolando anche l’indotto. Questi i risultati occupazionali che si avrebbero puntando su un sistema produttivo rispettoso dell’ambiente.
Fine vita dei veicoli e tracciabilità. Cobat e CAR viaggiano verso il futuro
De Persio: “Presto operativo un innovativo progetto che permetterà di monitorare in tempo reale il recupero dei materiali nei processi di autodemolizione”.
L’energia solare
scalda il cuore
degli italiani
Stando ai dati raccolti da Fondazione UniVerde, IPR Marketing e Cobat, oltre il 90% dei nostri connazionali crede che le rinnovabili siano le migliori fonti energetiche.
Ambiente e legalità
salgono in cattedra
A Firenze il primo incontro del corso di formazione promosso da Legambiente e Cobat.
Un focus specifico è rivolto alla Legge 68 del 2015 contro gli ecoreati.
Spalmaincentivi
per il fotovoltaico
Il TAR del Lazio ha rimesso alla Corte di Giustizia UE la questione pregiudiziale sul contrasto della “spalmaincentivi” con alcuni principi fondamentali del diritto comunitario.
Amambiente:
“Il nostro impegno per l’economia circolare”
Alla scoperta del Punto Cobat Amambiente. Nata quasi 25 anni fa per commercializzare prodotti per lavanderie, l’azienda è diventata leader nel riciclo di rifiuti in Piemonte, Liguria e Val d’Aosta.
Forum Qualenergia. Economia, istituzioni, imprese e mondo della ricerca a confronto
“Per salvare il Pianeta occorre accelerare la rivoluzione delle rinnovabili”. Questo il messaggio lanciato in occasione del forum promosso a Roma da Legambiente.
La rivoluzione della circular economy tra favole e realtà
Packaging. Oggetto complesso e tecnologicamente avanzato, strumento di orientamento all’acquisto in grado di informare il consumatore sulle caratteristiche del prodotto e della marca.
Goodbye Sistri con
l’inizio del 2019
Un sistema che doveva semplificare e rendere trasparente il ciclo di fine vita dei rifiuti abbattendo anche i costi sostenuti dalle imprese del settore si è rivelato da subito un costoso e maldigerito flop.
Cobat per il sociale
Cobat rinnova anche quest’anno l’impegno nel sociale scegliendo di sostenere con il proprio biglietto di auguri, i progetti di Italian Amala Onlus a favore dei bambini e dei ragazzi profughi tibetani in Ladakh.