Raccoglitori    Riciclatori    Impianti di Trattamento
Imprese/PA    Officine   


Imprese/PA
Produttori/Importatori
Raccoglitori/Riciclatori
Trasportatori


In ricordo
di Paolo Palleschi

Cobat piange Paolo Palleschi, giornalista e presidente dell’agenzia Eprcomunicazione.
Le sue idee e i suoi progetti sono stati una grande risorsa per il Consorzio.
Ottantadue n°3 Giugno 2017

Nel mese di maggio Paolo Palleschi ci ha lasciato e anche in Cobat si sente molto la sua mancanza: Palleschi, giornalista e presidente dell’agenzia Eprcomunicazione, per quasi trent’anni ha accompagnato Cobat con idee, progetti, campagne di comunicazione e strategie di relazioni istituzionali che hanno saputo interpretare nel profondo la mission del Consorzio e a loro volta hanno contribuito a strutturarne l’immagine pubblica.
Negli anni le sue esperienze professionali (come responsabile comunicazione di Confartigianato, consigliere di amministrazione di Sipra e di Eri, e da ultimo responsabile delle relazioni esterne e istituzionali del Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati) sono state testimonianza di una figura con caratteri distintivi unici per affidabilità, capacità, relazioni.
Fu lui, con l’ideazione di Uso&Riuso - campagna di informazione Cobat in collaborazione con i Ministeri dell’Ambiente e dell’Istruzione che coinvolse 8.000 istituti scolastici in tutta Italia, 500.000 studenti e 50.000 insegnanti - a far rimarcare il ruolo imprescindibilmente istituzionale del Consorzio pur nella sua fase di transizione che da obbligatorio l’avrebbe proiettato nella nuova dimensione generata dalla liberalizzazione del mercato.
Sue le intuizioni di coinvolgere testimonial eccellenti quali Piero Angela, Bruno Bozzetto, Tessa Gelisio: personaggi che hanno di volta in volta saputo spiegare agli italiani (ed in particolar modo ai giovani) con autorevole chiarezza e simpatia, l’importanza della salvaguardia ambientale, del recupero, del lavoro di Cobat.
Anche in questo numero di Ottantadue trovate due servizi relativi ad eventi proposti a Cobat proprio da Paolo Palleschi: la mostra delle vignette di Altan a Bologna, ideata per Cobat e Conou in occasione del G7 Ambiente, e il convegno in Vaticano “Laudato si’”: la sostenibilità tra comunicazione e innovazione” culminato con la consegna a Papa Francesco di un’auto elettrica da parte di Opel e di una colonnina di ricarica da parte di Enel.
Con Paolo Palleschi ci lascia, un bravo professionista e un amico.
Abbiamo perso una persona buona nel senso profondo del termine, disincantata e generosa. Paolo era pacato e pure provocatorio, liberale da sempre, ironico - come sanno esserlo solo i “romani de Roma” - e lucido, come solo gli uomini liberi lo sono.
Questo volevamo testimoniare.


l’Europa crede
nell’Economia Circolare
La Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile ha presentato a Roma le novità del “Pacchetto Europeo sull’Economia Circolare” recentemente approvato.
Meno lacci e lacciuoli alla green economy
I consorzi, come Cobat che da oltre trenta anni opera nel settore, sono pronti a dare all’Amministrazione Pubblica tutta la collaborazione che può essere utile allo sviluppo di una vera economia circolare.
Ambiente e sostenibilità
nel dna di Novomatic
Le aziende italiane del gruppo, leader nel settore del gioco, hanno conseguito l’importante certificazione ISO 14001:2015 che attesta l’attenzione ai temi green.
Formula E Roma,
elettrizzante
gran premio
Il campionato mondiale su tracciati urbani approda nella capitale italiana, quartiere EUR, dopo il successo registrato in altre importanti città come Hong Kong, Marrakesh e Santiago.
A Bologna e Napoli i summit dei Punti Cobat Risultati e obiettivi di un brand vincente
Ben 150.000 le tonnellate di rifiuti gestiti dal Consorzio nel 2017. Il direttore operativo
De Persio: “Le aziende del nostro network possono contare su una serie di vantaggi”.
Rifiuti spaziali: super-laser
e rientri programmati
I dati dell’Agenzia Spaziale Europea parlano di 7.500 tonnellate di detriti spaziali destinati a un forte aumento se non si metteranno a punto efficaci soluzioni di recupero.
La Carta della Terra, diciotto anni dopo
Sempre attuale la dichiarazione siglata nel 2000 per una società sostenibile. Quattro i valori cardine: difesa della natura, rispetto dei diritti umani, giustizia economica e cultura della pace.
Sessanta autori a confronto
su economia e ambiente
In questa particolare antologia, sessanta autori hanno sviluppato saggi per analizzare esperienze di aziende e di istituzioni ragionando sul già fatto e “alzando l’asticella” di quel che c’è da fare per un futuro sostenibile.
Allarme illeciti transfrontalieri nella gestione dei rifiuti
I movimenti transfrontalieri sono venuti a rappresentare uno degli strumenti di elusione dei controlli sul ciclo dei rifiuti e la causa di danni all’ambiente e alla salute dell’uomo.
Stefano Ciafani
è la nuova guida
di Legambiente
I temi sui quali il nuovo gruppo dirigente intende lavorare nei prossimi anni sono in continuità col mandato dell’ultimo Congresso: clima ed energia, economia circolare e civile, green society, legalità, citizen science e volontariato.