Raccoglitori    Riciclatori    Impianti di Trattamento
Imprese/PA    Officine   


Imprese/PA
Produttori/Importatori
Raccoglitori/Riciclatori
Trasportatori

Testo di: Matteo Filacchione
SPECIALE ECOMONDO

Il riciclo diventa
arte insieme
a Cobat

Alla grande fiera internazionale di Rimini il Consorzio ha dato spazio alla creatività di due artisti per promuovere il messaggio dell’economia circolare.
Ottantadue n°5 Novembre 2017

Il riciclo diventa arte insieme a Cobat. Il Consorzio ha deciso infatti di dare spazio alla creatività di due artisti per promuovere a Ecomondo il messaggio dell’economia circolare. Nello stand principale sono state messe in mostra le opere firmate da Davide Lazzarini, mentre nel padiglione dello spazio Città Sostenibile Gregorio Pampinella ha proposto un work in progress catturando l’attenzione dei visitatori.
“Ogni anno cerchiamo uno strumento in più per parlare al pubblico del valore della circular economy, di quanto sia importante garantire un nuovo riutilizzo a un prodotto giunto a fine vita - spiega Chiara Bruni, responsabile comunicazione di Cobat - Questa volta abbiamo puntato sul tema del Circle of life trasformando rifiuti in opere d’arte. Lazzarini ha infatti creato sculture a forma di animali di ogni specie riutilizzando in particolare i Raee, mentre Pampinella ha lavorato in un corner nel padiglione della Città Sostenibile con una colorata e splendida installazione fatta di pneumatici fuori uso. Siamo soddisfatti sia di questa iniziativa, sia del grande riscontro in termini di visitatori e interesse avuto dal nostro stand”. Sulla stessa lunghezza d’onda Luca Margherita, head of communication di Merlo spa. “L’arte è uno strumento importante per veicolare un messaggio, e noi l’abbiamo utilizzata per far capire il valore del riciclo - commenta Margherita - Riciclare è già di per sé un’arte, e Cobat è maestro in questo. Vogliamo fare capire che non esistono rifiuti, che un prodotto deve e può trovare sempre una nuova vita. Lazzarini, con le sue sculture proposte anche a livello europeo, e Pampinella, lavorando sugli pneumatici fuori uso, ci hanno aiutato nel parlare di queste tematiche in modo originale ed efficace”.
I due artisti hanno così illustrato le loro creazioni. “Ho utilizzato materiali difficilmente smaltibili, cercando di rappresentare figure di animali un po’ aggressive per dare l’idea di quanto possa essere pericoloso abbandonare nell’ambiente sostanze non biodegradabili - dice Lazzarini - Si tratta di materiali che in qualche modo ci tornano indietro, e che andrebbero invece da subito riciclati. Per dare vita alla mie sculture utilizzo quindi tutto quello che mi capita per le mani, dai RAEE ai pezzi di motore, dalle plastiche ai metalli. Lavoro insomma un po’ di tutto”.
“Per Cobat ho ideato e proposto un’installazione a cavallo tra la pittura e la scultura, realizzata in diretta nella quattro giorni di Ecomondo davanti agli occhi del pubblico - spiega invece Pampinella - Ho utilizzato quattro pneumatici di scarto per dare vita a un’opera artistica, dimostrando così che anche a fine vita questi copertoni sono tornati utili, con nuove idee e colori. Ho lavorato creando una composizione con protagonista la figura del cerchio allo scopo di supportare la campagna di sensibilizzazione di Cobat a sostegno dell’ambiente”.


l’Europa crede
nell’Economia Circolare
La Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile ha presentato a Roma le novità del “Pacchetto Europeo sull’Economia Circolare” recentemente approvato.
Meno lacci e lacciuoli alla green economy
I consorzi, come Cobat che da oltre trenta anni opera nel settore, sono pronti a dare all’Amministrazione Pubblica tutta la collaborazione che può essere utile allo sviluppo di una vera economia circolare.
Ambiente e sostenibilità
nel dna di Novomatic
Le aziende italiane del gruppo, leader nel settore del gioco, hanno conseguito l’importante certificazione ISO 14001:2015 che attesta l’attenzione ai temi green.
Formula E Roma,
elettrizzante
gran premio
Il campionato mondiale su tracciati urbani approda nella capitale italiana, quartiere EUR, dopo il successo registrato in altre importanti città come Hong Kong, Marrakesh e Santiago.
A Bologna e Napoli i summit dei Punti Cobat Risultati e obiettivi di un brand vincente
Ben 150.000 le tonnellate di rifiuti gestiti dal Consorzio nel 2017. Il direttore operativo
De Persio: “Le aziende del nostro network possono contare su una serie di vantaggi”.
Rifiuti spaziali: super-laser
e rientri programmati
I dati dell’Agenzia Spaziale Europea parlano di 7.500 tonnellate di detriti spaziali destinati a un forte aumento se non si metteranno a punto efficaci soluzioni di recupero.
La Carta della Terra, diciotto anni dopo
Sempre attuale la dichiarazione siglata nel 2000 per una società sostenibile. Quattro i valori cardine: difesa della natura, rispetto dei diritti umani, giustizia economica e cultura della pace.
Sessanta autori a confronto
su economia e ambiente
In questa particolare antologia, sessanta autori hanno sviluppato saggi per analizzare esperienze di aziende e di istituzioni ragionando sul già fatto e “alzando l’asticella” di quel che c’è da fare per un futuro sostenibile.
Allarme illeciti transfrontalieri nella gestione dei rifiuti
I movimenti transfrontalieri sono venuti a rappresentare uno degli strumenti di elusione dei controlli sul ciclo dei rifiuti e la causa di danni all’ambiente e alla salute dell’uomo.
Stefano Ciafani
è la nuova guida
di Legambiente
I temi sui quali il nuovo gruppo dirigente intende lavorare nei prossimi anni sono in continuità col mandato dell’ultimo Congresso: clima ed energia, economia circolare e civile, green society, legalità, citizen science e volontariato.