Testo di: Gea Nogara
LIBRI SCELTI

Uno scenario in evoluzione
e tutto da esplorare

“Neomateriali nell’economia circolare” presenta una panoramica aggiornata sui materiali che stanno alla base del nuovo paradigma dell’economia circolare.
Ottantadue n°6 Dicembre 2017

Neomateriali nell’economia circolare
a cura di Anna Pellizzari, Emilio Genovesi


Edizioni Ambiente - 2017 - 208 pagine - Euro 28,00



Come scrivono gli autori nelle premesse “è in corso una svolta nello scenario delle materie prime che riforniscono la produzione industriale. Cambiano i materiali, cambiano le determinazioni economiche e in breve tempo può cambiare il rapporto con le risorse primarie e il patrimonio naturale. Un elemento centrale di questo cambiamento risiede nella comparsa sul mercato di nuovi materiali che definiremo circolari... l’implementazione dell’economia circolare in pratiche e processi industriali è uno scenario aperto e tutto da esplorare. In questo spazio aperto si può dunque sviluppare una grande ricchezza di opportunità tecnologiche e produttive, ma anche di creatività, designer e servizi in cui il materiale assume grande centralità”.
“Neomateriali nell’economia circolare” presenta una panoramica aggiornata sui materiali che stanno alla base del nuovo paradigma dell’economia circolare. Un focus sulle straordinarie prestazioni di nuove materie prime, rinnovabili o rinnovate, che offrono caratteristiche sempre più simili a quelle dei materiali tradizionali, pur essendo prodotte con un impatto ridotto sulle risorse naturali. L’utilizzo di questi “materiali circolari” sta cambiando il volto di molte industrie.
Nella prima parte del volume gli autori prendono in esame materiali e relativi processi, suddivisi in tre categorie. Si comincia con i “bio-based”, materiali che imitano i cicli naturali del regno vegetale e animale. La seconda è quella dei “neo-classici”, tutti quei materiali riciclati che sono ormai entrati in svariati processi produttivi. L’ultima categoria è quella degli “ex novo”, processi di riciclo e valorizzazione della materia posizionati al termine dei cicli di produzione.
Nella seconda parte della pubblicazione vengono presentate le caratteristiche e i possibili sviluppi delle filiere produttive di acciaio, alluminio, bioplastica, calcestruzzo, carta, legno, plastica, pneumatici e vetro: materiali che appartengono a settori più o meno “tradizionali” ma soggetti a innovazioni sorprendenti, anche grazie a processi e tecnologie che ne hanno esteso le applicazioni, consentendone uno sfruttamento più intelligente e senza sprechi.
Il volume si chiude con una serie di casi studio, storie esemplari di aziende e imprenditori che nel nostro Paese inventano, producono e commercializzano i materiali della nuova economia.
“Neomateriali nell’economia circolare” è il primo di una serie di volumi dedicati all’“innovazione circolare” in specifici settori delle attività produttive, e che compongono una collana di testi di approfondimento legati ai temi della rivista Materia Rinnovabile/Renewable Matter, magazine internazionale che documenta i cambiamenti nei rapporti tra risorse, economia e società.
Già in catalogo Edizioni Ambiente il secondo volume Neomateriali nell’economia circolare - Moda - euro 35,00.




e-mob,
l’Italia che sarà
Il tema di E-Mob 2018 è il “movimento
dal basso”: la rivoluzione dei veicoli
green parte infatti dalle città.
Dai Comuni incentivi per il loro utilizzo.
Con le aziende sane
contro gli ecoreati
La più immediata delle motivazioni è quella che riguarda la difesa delle aziende che lavorano con Cobat e che rischiano di non poter stare sul mercato se subiscono una concorrenza sleale da parte di chi abbatte i propri costi non ottemperando alle leggi ambientali
Bre.Be.Mi, la prima autostrada elettrica
L’autostrada A35 Brescia-Milano sarebbe pronta al debutto elettrico in un anno.
È il primo progetto italiano di “grande arteria”
a zero emissioni per il trasporto merci.
ANCO in prima fila per l’economia circolare
Sul Lago Maggiore la convention dell’Associazione Nazionale Concessionari Consorzi. Cresce in modo significativo
la quantità di rifiuti speciali avviati al recupero.
La sostenibilità viaggia sui veicoli Scania
Italscania porta nel nostro Paese la filosofia green della multinazionale scandinava: camion non inquinanti, autobus elettrici e siti produttivi a basso consumo energetico.
“Meno burocrazia
per aiutare le imprese green”
Venanzieffe è un punto di riferimento per l’economia circolare in Lombardia. L’amministratore unico Franco Venanzi:
“Servono leggi più chiare e tempi più brevi”.
La plastica ha
ancora un futuro?
Un mondo free plastic forse è utopico. Solo in Europa il settore conta 1,5 milioni di occupati e affari per 340 miliardi l’anno. Ma un uso più limitato e consapevole diventa indispensabile.
Prime vittorie
contro i crimini ambientali
In italia crescono gli arresti per i reati contro l’ambiente e le inchieste sui traffici illeciti
di rifiuti. Le recenti normative si stanno
dimostrando efficaci
Un interessante studio sui materiali e i processi produttivi
L’automobile sta affrontando il viaggio più complesso della sua esistenza.
E nei materiali che la compongono - nella loro durevolezza, riciclabilità e rinnovabilità
- si nasconde la risposta sul suo futuro.
Circular Economy, continuano i corsi per giornalisti
Prossimo appuntamento il 15 novembre a Roma, presso la sede di Società Umanitaria. Quest’anno focus sul Pacchetto Europeo sull’Economia Circolare.