Testo di: Ufficio Comunicazione Ancitel energia & ambiente

L’economia circolare? Un gioco da ragazzi

“La favola del riciclo” è la divertente pubblicazione realizzata all’interno del primo programma di realtà virtuale applicata alla circular economy proposto nelle scuole.
Ottantadue n°2 Giugno 2019

La magia delle nuove tecnologie incontra il rigore della scienza e diventa un progetto educativo di grande successo. È Waste Travel 360°, il primo programma di realtà virtuale applicata all’Economia Circolare approdato in tante scuole italiane con il linguaggio innovativo della multimedialità, che oggi diventa anche una divertente pubblicazione “La favola del riciclo: L’economia circolare, un gioco da ragazzi”.
Dove finiscono i nostri scarti? Una domanda alla quale non è semplice rispondere se non si hanno strumenti adeguati di conoscenza. Da qui il successo di un prodotto fortemente interattivo che, con una veste grafica rinnovata, consente a tanti studenti di visitare gli impianti di lavorazione dei rifiuti, al fine di coniugare didattica ed innovazione tecnologica. 
Il progetto è realizzato da Ancitel Energia e Ambiente con il contributo ed in collaborazione con alcuni dei più importanti Consorzi di Filiera quali CiAl per l’alluminio, Comieco per carta e cartone, Corepla per la plastica, Coreve per il vetro, Ricrea per l’acciaio oltre al CDCNPA (Centro di Coordinamento Pile e Accumulatori) al Consorzio CIC (compost), al CONAU (abiti usati), al Cobat (rifiuti tecnologici), Greentire (pneumatici), CONOU (oli minerali usati).
Waste Travel 360°, nato per far capire alla generazione dei “nativi ambientali” il valore del rifiuto inteso come risorsa, proseguirà anche il prossimo anno scolastico il suo tour nelle scuole con il supporto della pubblicazione: “La favola del riciclo: L’economia circolare, un gioco da ragazzi”. Il libro è accompagnato dalla prefazione dell’On. Salvatore Micillo, sottosegretario MATTM, e contiene tutti i risultati del 2018 con i commenti degli studenti raccolti durante il tour nella Penisola nel 2018. La pubblicazione sarà distribuita gratuitamente ai Consorzi di filiera, alle scuole e tutti coloro che hanno fatto parte di questa esperienza immersiva.
“Waste Travel 360° ha il patrocinio del Ministero dell’Ambiente perché sosteniamo tutte quelle iniziative che lavorano con noi alla diffusione di una sensibilità ambientale nuova - spiega l’On. Salvatore Micillo, sottosegretario MATTM con delega all’educazione ambientale - Il format aderisce perfettamente alla nostra idea di innovazione didattica, che porta l’ambiente nelle scuole e i ragazzi imparano divertendosi. La tecnologia può essere uno strumento meraviglioso e in questo caso ci dà la possibilità, attraverso la Virtual Reality, di accompagnare i bambini in impianti all’avanguardia dove si può quasi toccare con mano la differenza tra un rifiuto correttamente gestito e quella che siamo soliti considerare volgare spazzatura. Così la raccolta differenziata ed il rispetto dell’ambiente diventano materia di studio con lo scopo di divertire ma soprattutto di insegnare le buone pratiche ai giovanissimi”. “Il progetto è nato dall’esigenza di educare i giovani alla cultura del riciclo, portandoli in un mondo di immagini e nozioni più adatto al loro linguaggio di nativi digitali - dichiara Filippo Bernocchi, presidente Ancitel Energia e Ambiente - È il mondo della trasformazione della materia a fine vita, del ciclo vitale di un prodotto, destinato quasi mai ad esaurirsi ma a prendere forme diverse. È il mondo della scienza, delle conoscenze e delle nuove tecnologie. Creando strumenti fluidi, facili e non retorici puntiamo quindi ad accelerare il processo di raggiungimento degli obiettivi di legge stabiliti dall’Unione Europea: entro il 2050 niente sarà più destinato allo scarto e ogni oggetto verrà progettato per essere riutilizzato e avviato al riciclo.”


Descrizione del progetto

Waste Travel 360° è un affascinante viaggio virtuale negli impianti di valorizzazione dei rifiuti. Composto da immagini a 360°, navigabili intuitivamente da tutti i dispositivi, permette ai bambini di compiere una visita immersiva e interattiva nel mondo della valorizzazione dei rifiuti, grazie alla resa grafica e alla qualità delle immagini HD.
Il Waste Travel 360° permette di interagire direttamente con i materiali, dall’alluminio alla carta, dalle pile all’organico, dai RAEE agli oli usati, quasi come in un impianto di selezione e valorizzazione reale. Con ben 15 flussi di rifiuto e cioè tutti quelli che si possono trovare in un’abitazione, Waste Travel 360° si attesta ad essere il programma di educazione ambientale più completo sul mondo dei rifiuti. Il viaggio negli impianti è accompagnato dalla figura virtuale del rapper Blebla che, in veste di supereroe, fa divertire gli studenti ed insegna loro a riciclare. I giovani fruitori possono essere dunque parte attiva diventando anche parte integrante dello spazio, accompagnando i rifiuti nel processo di trasformazione e valorizzazione sino ai prodotti finali.
Per la prima volta tutti i flussi dei rifiuti sono racchiusi in un unico strumento di comunicazione, non più solo in un’ottica di raccolta differenziata ma di rifiuto che diventa risorsa e questo si chiama proprio economia circolare che è poi l’obiettivo cui il sistema paese è chiamato.
Waste Travel 360° è stato accompagnato da un tour in tutta Italia che dal 2017 ad oggi ha coinvolto 50.000 studenti entusiasti di aver fatto questa esperienza virtuale. La sessione didattica, articolata in un’ora e mezza, prevede una prima parte a monitor dove scorrono le immagini del rifiuto prescelto, arricchito d’inserti testuali e didattici, con la possibilità di approfondimenti specifici e, nella seconda parte, prettamente più ludica, con i visori VR attraverso i quali gli alunni possono compiere l’esperienza interattiva spiegata in precedenza dall’educatore. Infine vengono distribuiti dei quaderni gioco che consentono di verificare l’apprendimento dello studente.

www.wastetravel360.it
Supporto video Waste Travel 360°
www.youtube.com/watch?v=MnmK304ZwXY
Canzone “Non mi rifiuto” di Blebla 
www.youtube.com/watch?v=n0quS_Fx4f4



Avviate al riciclo 140 mila tonnellate di rifiuti tecnologici
Alla presentazione del Rapporto Cobat a Roma è stato illustrato uno studio sui nuovi modelli di business che cambiano l’industria. Il futuro sarà caratterizzato da più elettronica e meno rifiuti.
Mille impianti per zero rifiuti
Vi sono degli imprenditori che hanno da tempo capito che produrre nuova materia prima o energia dai rifiuti è non solo importante dal punto di vista ambientale ma anche da quello sociale legato alla creazione di ricchezza per il Paese ed alla creazione di tanti nuovi posti di lavoro.
Thundervolt,
il tuono corre
sulle due ruote
Grande interesse per l’azienda produttrice di moto elettriche che guarda all’ambiente e al futuro. Oggi realizza veicoli che corrono solo in pista, ma è pronta ad aprirsi nuove strade.
“Esploriamo ogni orizzonte
per offrirti la luna”
Il messaggio è stato lanciato da Cobat durante Autopromotec. Alla fiera internazionale dell’automotive è stato presentato Cobat TYRE, il neonato consorzio specializzato nel riciclo di PFU.
Apriamo la strada
alla mobilità elettrica
Francesco Venturini, presidente di Motus-E e amministratore delegato di Enel X: “Il numero di auto elettriche è in aumento. Ora occorre insistere per avere una mobilità davvero sostenibile”.
A Obiettivo Terra
la bellezza
della natura
Premiate le foto più belle del concorso “Obiettivo Terra”, promosso da Fondazione Univerde con il sostegno di Cobat. La meraviglia di Parchi e Aree marine.
L’economia circolare? Un gioco da ragazzi
“La favola del riciclo” è la divertente pubblicazione realizzata all’interno del primo programma di realtà virtuale applicata alla circular economy proposto nelle scuole.
Dalla terra ai mari,
il flagello dei rifiuti plastici
Una contaminazione da plastica, microplastica & C. dalle proporzioni bibliche. Un flagello universale sottostimato per anni. Serve, come viene sottolineato nell’Atlante mondiale della zuppa di plastica, passare definitivamente dall’economia lineare a quella circolare.
OPERA2030, una piattaforma contro le fake news
La piattaforma si pone l’obiettivo di promuovere e valorizzare l’attivismo civico, la diffusione delle buone pratiche e contrastare il fenomeno diffuso delle fake news
I 40 anni della
Nuova Ecologia,
rivista amica dell’ambiente
La Nuova Ecologia, storica rivista ambientalista, ha festeggiato i suoi primi quarant’anni