Testo di: Gea Nogara
LIBRI SCELTI

Nel libro di Tomasi l’eccellenza italiana dei consorzi

Cercando l’ultima goccia ricostruisce, attraverso la testimonianza del suo Presidente, le vicende del Consorzio CONOU, dalla sua nascita fino ai giorni nostri.
Cercando l’ultima goccia
L’economia circolare dell’olio minerale usato

di Paolo Tomasi
Edizioni Ambiente - Novembre 2019 - pag. 216 - euro 22,00


Ottantadue n°5 Dicembre 2019

Il sistema italiano dei consorzi per la gestione dei rifiuti - pur nella diversità dei modelli e delle tipologie dei rifiuti trattati - è un’eccellenza di livello europeo. Cercando l’ultima goccia ricostruisce, attraverso la testimonianza del suo Presidente, le vicende del Consorzio CONOU (Consorzio Nazionale per la gestione, raccolta e trattamento degli Oli minerali Usati), dalla sua nascita fino ai giorni nostri.
Intrecciando autobiografia e analisi dello scenario economico-industriale, il racconto restituisce una storia imprenditoriale di difficoltà e successi, in un mercato - quello della valorizzazione degli oli minerali usati - sempre più orientato verso la sostenibilità. Il tutto, nell’ambito di un modello di economia circolare che consente di produrre risorse attraverso un processo industriale di raccolta e rigenerazione di un rifiuto pericoloso. Con benefici evidenti per l’economia del Paese e la qualità dell’ambiente. 
L’esperienza umana e professionale di Paolo Tomasi, nel settore dei prodotti petroliferi e all’interno del Consorzio degli Oli Usati dal 1994 al 2002 come Consigliere e dal 2003 a tutt’oggi come Presidente, fanno di questo libro una testimonianza preziosa e di rara capacità.
Nella prefazione Edo Ronchi ricorda che “si può sempre migliorare, ma i numeri, anche raffrontati a livello internazionale, ci sono, che la quota raccolta in Italia dell’olio usato potenzialmente raccoglibile è a un ottimo livello, che i nostri impianti di rigenerazione sono fra i più avanzati in Europa e che per i livelli di riutilizzo siamo i migliori.
Paolo Tomasi ha dimostrato, nella sua lunga esperienza alla guida del Consorzio, che questo modello può funzionare bene e che queste capacità in Italia esistono e possono provenire, come nel suo caso, dalla fila delle imprese. Tomasi ha il merito di aver dimostrato, grazie alla sua grande capacità di gestione e solidità di visione che, stabilita dal pubblico la rotta, le imprese sono in grado di seguirla e di raggiungere la meta anche quando la navigazione è lunga e piena di difficoltà”.




Aziende sempre più green
per guardare al futuro
La grande partecipazione e i progetti illustrati a Ecomondo testimoniano l’impegno di imprese e istituzioni per l’economia circolare. Presenti ben 1.300 aziende e migliaia di buyers da 130 Paesi.
L’economia circolare
è l’unica salvezza
L’Europa ha già individuato da tempo una via sostenibile ambientalmente, socialmente ed economicamente ed i governi europei si apprestano a seguirla
obbligati dalla direttiva ad hoc.
“L’emergenza climatica
è già oggi”
Agli Stati Generali Green si è parlato di come contrastare i danni dovuti al riscaldamento globale. Edo Ronchi: “Dobbiamo decarbonizzare i trasporti e insistere con la green economy”.
Il fine vita dei veicoli e il ruolo delle batterie
“Il mondo dell’ELV: novità e prospettive” il tema del convegno al quale ha partecipato anche Luigi De Rocchi: “Cobat è pronto per il mercato del futuro, quello degli accumulatori al litio”.
Gli autodemolitori
chiedono leggi chiare
Molti gli argomenti affrontati da Alfonso Gifuni, presidente della Confederazione: “Servono regole certe e un’armonizzazione dei controlli alle dogane degli stati europei”.
Confronto sull’EPR,
“Niente paura”
A Ecomondo un workshop sulla nuova direttiva rifiuti legata alla responsabilità estesa dei produttori di AEE e pile. “Poche novità, ma un’occasione utile per migliorare il sistema”.
Social Football Summit, in gol
per l’ambiente
Allo Stadio Olimpico di Roma si è parlato di come il calcio, sport più seguito al mondo, possa promuovere innovazione, tecnologie green e sostenibilità. Presenti anche Cobat e Motus-E.
Il tempo del coraggio
Al forum Qualenergia di Roma si è parlato della necessità di riforme strutturali per favorire la transizione verso energie pulite, sia in Italia che in Europa, per contrastare l’emergenza climatica.
UTLAC, sport e turismo a impatto zero
Nel territorio lecchese si è tenuta l’edizione zero dell’Ultra Trail Lago di Como: segnaletica easy, zero plastica per i contenitori di cibi e bevande e altre mille attenzioni green.
Nel libro di Tomasi l’eccellenza italiana dei consorzi
Cercando l’ultima goccia ricostruisce, attraverso la testimonianza del suo Presidente, le vicende del Consorzio CONOU, dalla sua nascita fino ai giorni nostri.
Ancora troppe criticità nel riciclo dei rifiuti
Il settore dispone di tecnologie e di operatori dinamici ma fatica a operare in modo omogeneo sul territorio: è una macchina con un buon potenziale che non riesce a esprimere.