COBAT INFORMA

OPERA2030, una piattaforma contro le fake news

La piattaforma si pone l’obiettivo di promuovere e valorizzare l’attivismo civico, la diffusione delle buone pratiche e contrastare il fenomeno diffuso delle fake news
Ottantadue n°2 Giugno 2019

È online OPERA2030, la prima piattaforma che, attraverso gli strumenti innovativi messi a disposizione dal web e dai social media, si pone l’obiettivo di promuovere e valorizzare l’attivismo civico, la diffusione delle buone pratiche e contrastare, allo stesso tempo, il fenomeno diffuso delle fake news e l’atteggiamento violento e indiscriminato degli haters che inquinano di odio e provocazione le discussioni online.
“Questa iniziativa si propone come espressione innovativa di attivismo civico e di democrazia diretta - spiega Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della Fondazione Univerde, e nasce dalla necessità di mettere insieme le migliori energie di questo Paese, cittadini, influencers, startup innovative, con l’obiettivo di fornire loro strumenti utili per migliorare la legislazione nazionale ed europea e contribuire a formare una nuova classe dirigente diffusa”.
Nel corso del 1° Open Day, sono intervenuti rappresentanti delle istituzioni, di associazioni e dei movimenti ambientalisti, dei consumatori, di piattaforme operanti nel campo della sostenibilità e della certificazione delle fonti, attivisti e professionalità del mondo dell’imprenditoria e dell’informazione green.
Domenico De Masi, presidente del Comitato Scientifico della Fondazione Univerde e di Opera2030, ha evidenziato come oggi il nemico della democrazia siano le fake news che inquinano alla base il consenso popolare. Poter contare su una piattaforma che fornisce dati accertati, e che consente di dialogare sulla base dei fatti e non sulle opinioni, significa permettere alla volontà dei cittadini di compiere un decisivo passo in avanti.
“La principale finalità della piattaforma che stiamo sviluppando - ha spiegato Pasquale Russo, direttore generale dell’Università degli Studi Link Campus University - è quella di promuovere e valorizzare le best practice del nostro Paese, educando l’intelligenza artificiale a reperire nel web le migliaia di buone azioni che, dal basso, rappresentano il valore aggiunto della società. Con Opera2030 sperimenteremo forme e modalità di esercizio di cittadinanza partecipata e attiva, anche su base territoriale, per stimolare la responsabilità individuale e collettiva, al fine di finalizzare in positivo diritti, doveri, bisogni e opportunità comuni”.
Jimmy Ghione, inviato di Striscia la notizia, sarà il primo testimonial di Opera2030.




Avviate al riciclo 140 mila tonnellate di rifiuti tecnologici
Alla presentazione del Rapporto Cobat a Roma è stato illustrato uno studio sui nuovi modelli di business che cambiano l’industria. Il futuro sarà caratterizzato da più elettronica e meno rifiuti.
Mille impianti per zero rifiuti
Vi sono degli imprenditori che hanno da tempo capito che produrre nuova materia prima o energia dai rifiuti è non solo importante dal punto di vista ambientale ma anche da quello sociale legato alla creazione di ricchezza per il Paese ed alla creazione di tanti nuovi posti di lavoro.
Thundervolt,
il tuono corre
sulle due ruote
Grande interesse per l’azienda produttrice di moto elettriche che guarda all’ambiente e al futuro. Oggi realizza veicoli che corrono solo in pista, ma è pronta ad aprirsi nuove strade.
“Esploriamo ogni orizzonte
per offrirti la luna”
Il messaggio è stato lanciato da Cobat durante Autopromotec. Alla fiera internazionale dell’automotive è stato presentato Cobat TYRE, il neonato consorzio specializzato nel riciclo di PFU.
Apriamo la strada
alla mobilità elettrica
Francesco Venturini, presidente di Motus-E e amministratore delegato di Enel X: “Il numero di auto elettriche è in aumento. Ora occorre insistere per avere una mobilità davvero sostenibile”.
A Obiettivo Terra
la bellezza
della natura
Premiate le foto più belle del concorso “Obiettivo Terra”, promosso da Fondazione Univerde con il sostegno di Cobat. La meraviglia di Parchi e Aree marine.
L’economia circolare? Un gioco da ragazzi
“La favola del riciclo” è la divertente pubblicazione realizzata all’interno del primo programma di realtà virtuale applicata alla circular economy proposto nelle scuole.
Dalla terra ai mari,
il flagello dei rifiuti plastici
Una contaminazione da plastica, microplastica & C. dalle proporzioni bibliche. Un flagello universale sottostimato per anni. Serve, come viene sottolineato nell’Atlante mondiale della zuppa di plastica, passare definitivamente dall’economia lineare a quella circolare.
OPERA2030, una piattaforma contro le fake news
La piattaforma si pone l’obiettivo di promuovere e valorizzare l’attivismo civico, la diffusione delle buone pratiche e contrastare il fenomeno diffuso delle fake news
I 40 anni della
Nuova Ecologia,
rivista amica dell’ambiente
La Nuova Ecologia, storica rivista ambientalista, ha festeggiato i suoi primi quarant’anni