COBAT INFORMA

OPERA2030, una piattaforma contro le fake news

La piattaforma si pone l’obiettivo di promuovere e valorizzare l’attivismo civico, la diffusione delle buone pratiche e contrastare il fenomeno diffuso delle fake news
Ottantadue n°2 Giugno 2019

È online OPERA2030, la prima piattaforma che, attraverso gli strumenti innovativi messi a disposizione dal web e dai social media, si pone l’obiettivo di promuovere e valorizzare l’attivismo civico, la diffusione delle buone pratiche e contrastare, allo stesso tempo, il fenomeno diffuso delle fake news e l’atteggiamento violento e indiscriminato degli haters che inquinano di odio e provocazione le discussioni online.
“Questa iniziativa si propone come espressione innovativa di attivismo civico e di democrazia diretta - spiega Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della Fondazione Univerde, e nasce dalla necessità di mettere insieme le migliori energie di questo Paese, cittadini, influencers, startup innovative, con l’obiettivo di fornire loro strumenti utili per migliorare la legislazione nazionale ed europea e contribuire a formare una nuova classe dirigente diffusa”.
Nel corso del 1° Open Day, sono intervenuti rappresentanti delle istituzioni, di associazioni e dei movimenti ambientalisti, dei consumatori, di piattaforme operanti nel campo della sostenibilità e della certificazione delle fonti, attivisti e professionalità del mondo dell’imprenditoria e dell’informazione green.
Domenico De Masi, presidente del Comitato Scientifico della Fondazione Univerde e di Opera2030, ha evidenziato come oggi il nemico della democrazia siano le fake news che inquinano alla base il consenso popolare. Poter contare su una piattaforma che fornisce dati accertati, e che consente di dialogare sulla base dei fatti e non sulle opinioni, significa permettere alla volontà dei cittadini di compiere un decisivo passo in avanti.
“La principale finalità della piattaforma che stiamo sviluppando - ha spiegato Pasquale Russo, direttore generale dell’Università degli Studi Link Campus University - è quella di promuovere e valorizzare le best practice del nostro Paese, educando l’intelligenza artificiale a reperire nel web le migliaia di buone azioni che, dal basso, rappresentano il valore aggiunto della società. Con Opera2030 sperimenteremo forme e modalità di esercizio di cittadinanza partecipata e attiva, anche su base territoriale, per stimolare la responsabilità individuale e collettiva, al fine di finalizzare in positivo diritti, doveri, bisogni e opportunità comuni”.
Jimmy Ghione, inviato di Striscia la notizia, sarà il primo testimonial di Opera2030.




e_mob, a Milano
il festival della
mobilità elettrica
Dal 26 al 28 settembre si terrà a Milano l’evento nazionale dedicato ai veicoli non inquinanti: convegni, studi, esposizioni e una giornata riservata al popolo dell’elettrico.
Tra i promotori Class Onlus e Cobat.
Le batterie di accumulatori elettrici: queste sconosciute
Le attuali auto elettriche non sono il punto di arrivo della transizione verso una mobilità più attenta all’ambiente: appena saranno messi a punto nuovi accumulatori elettrici vedremo un’accelerazione ulteriore alla loro diffusione.
Auto elettrica alla soglia di un nuovo paradigma: ma il passaggio è lento e non mancano i detrattori
Le case automobilistiche annunciano nuovi modelli elettrici. I dati migliori di diffusione riguardano i Paesi Nordici dove sono state attuate misure efficaci di sostegno al mercato.
Filiera “e-mobility” un’occasione
di rilancio
e riconversione per
le imprese italiane
Entro il 2030 potrebbero essere oltre 10.000 le aziende “made in Italy” operanti nel settore della mobilità elettrica, per un fatturato di quasi 100 miliardi di euro.
Olimpiadi invernali
a impatto zero
I Giochi Olimpici di Milano-Cortina saranno un’occasione importante per promuovere la sostenibilità ambientale. Da e_mob una piattaforma di proposte per la mobilità green.
Economia circolare, la ricarica arriva dalle batterie al litio
Le batterie dei veicoli elettrici sono più difficili da trattare a causa dell’infiammabilità del litio, ma possono diventare un’opportunità se inserite in un percorso virtuoso di circular economy.
Auto elettriche d’altri tempi
È una storia che forse nessuno ricorda e pare incredibile ma nel 1900 il 34% delle vetture circolanti a New York, Boston e Chicago avevano un’alimentazione elettrica.
Un secolo record:
da 0 a 100 all’ora
Con lo sviluppo dell’elettrotecnica, nascono gli accumulatori al piombo acido che, dalla fine dell’Ottocento, alimentano le prime vetture elettriche. Una rivoluzione epocale.
Il summit degli avvocati sul diritto delle fonti rinnovabili
di energia
L’evento, realizzato anche grazie al supporto di Cobat, ha visto la partecipazione di importanti relatori che hanno fornito una panoramica a tutto tondo delle regole italiane in materia.
e-Mobility Festival
Milano
Palazzo della Regione
il 26 - 27 - 28 settembre

3^ Conferenza Nazionale della Mobilità Elettrica

- Smart City
- Micromobilità
- Sharing Mobility
- Mobilità Elettrica